RE-FOOD

Sistema di recupero e vendita su strada di cibo in esubero da attività di piccola ristorazione.

RE-FOOD è un sistema di prevenzione dello scarto alimentare che recupera da esercizi di piccola ristorazione e vende su strada, cibi non più freschi ma ancora commestibili e con valore di mercato. RE-FOOD compra alimenti invenduti prima che entrino nella fase finale del loro ciclo di vita prevenendone lo smaltimento, data l’inevitabile perdita di freschezza a fine giornata.

L’adesione al circuito RE-FOOD avviene grazie ad una promozione porta a porta. Ogni fornitore (RE-FOODER) riceverà un kit -buste, materiale comunicativo e macchina per il sottovuoto- per preparare/predisporre l’invenduto alla raccolta da parte dell’Ape RE-FOOD.
Un’app e un website permetteranno l’interazione tra gli attori del sistema e la geo localizzazione dei mezzi RE-FOOD. I consumatori potranno condividere l’esperienza RE-FOOD sui social media e lasciare feedback. In questo modo si prevede un constante miglioramento del servizio, grazie all’apporto continuo di suggestioni, commenti e critiche.

I luoghi target di vendita, varieranno secondo le città e dei momenti della giornata: scuole, università e parchi durante il giorno; crocevia della movida romana durante la notte.

L’advertising riprende la logica comunicativa del packaging: l’interazione giocosa tra forme del cibo stesso ed elementi grafici. La campagna si fa veicolo di un messaggio forte e ben definito: cambiare prospettiva nel guardare il cibo e restituirgli una nuova identità.

Il progetto, sviluppato in collaborazione con Francesca Cofini, è stato selezionato tra i 10 finalisti per il concorso BARILLA YES! dedicato al cibo e alla sostenibilità ed è stato presentato al ‘5th International Forum on Food and Nutrition’ a Milano.
 http://www.bcfnyes.com/finalisti2013.php

Related Entries
UA-49010891-1